Chi sicuramente non vincerà 

Stasera a 8eMezzo Scalfari ha detto che voterà SI solo se si toglierà il ballottaggio per non far vincere il M5S. 

Nei giorni scorsi, più volte, Alessandro Di Battista ed il M5S hanno detto che vogliono modificare radicalmente la legge elettorale.  Dicono, che pur sapendo che a loro farebbe comodo la nuova legge attualmente in vigore, visto che tutti i sondaggi danno loro vincitori al ballottaggio, secondo loro l’Italicum non è giusto. Fa loro onore, ma cambiare condannerebbe il M5S ad una futura nuova opposizione. Infatti il Presidente della Repubblica chiamerebbe probabilmente uno di loro al Quirinale, ma verificato che non avrebbero i numeri per ottenere la fiducia in Parlamento, non volendo fare alleanze con altri, sarebbe costretto a revocare il mandato. Il risultato sarebbe non governare, ovvero l’obiettivo cui vuol giungere Scalfari. 

Renzi ha detto che potrebbe essere disposto a cambiare l’Italicum, ma tutti sanno che non ha intenzione di farlo, tanto è vero che la sinistra interna al PD continua a sbraitare che stia solo perderndo tempo in attesa di andare al referendum. D’altra parte il Presidente del Consiglio ha ripetuto fino allo sfinimento che il suo obiettivo è quello di avere la sera stessa delle elezioni la certezza  di chi governerà. Nessuna legge elettorale proporzionale permetterà di arrivare a questo risultato. Quindi, pur sapendo che i sondaggi dicono che al ballottaggio con ogni probabilità il PD perderebbe contro il M5S, vuol andare avanti per la sua strada. Fa a lui onore preseverare nella sua convinzione. Forse in cuor suo crede che il PD potrebbe ottenere più del 4o% alle prossime politiche, come già avvenuto alla ultime Europee. Il ragionamento è legato al fatto che se al referendum dovesse vincere il NO, lui si farebbe da parte uscendo sconfitto in modo inequivocabile. Ma se dovesse vincere il SI, visto che il PD, e nemmeno tutto, è praticamente l’unico partito a sostenere l’approvazione della riforma costituzionale, potrebbe non essere imposdibile ottenere, in quel caso, più del 40% alle elezioni politiche e quindi il premio di maggioranza. Se un partito prende più del 40% il ballottaggio non si fa. 

Qualunque cosa succeda, quindi c’è un Partito che non vincerà per davvero, ma si accontenterà di dire, a loro parere, le cose giuste. 

Annunci