Cambiando l’ordine dei fattori il risultato può cambiare?

Nei giorni scorsi mi sono pubblicamente esposto rispetto al giudizio che do dell’amministrazione comunale di San Giuliano Terme sul giornale online La Voce del Serchio.

Ho visto che ci sono state reazioni veementi per il giudizio che ho espresso nei confronti di un consigliere comunale. Mi pare chiaro che non ho alcun rancore personale nei confronti di questa persona, al di là dell’antipatia o simpatia che si può provare nei confronti di un conoscente. Il mio giudizio è solo ed esclusivamente politico.

Se dico che l’amministrazione ha fatto degli errori ed ha fatto male a nascondersi dietro scuse patetiche non posso non criticare anche chi, con il suo comportamento ed il suo voto, in Consiglio Comunale ha avvallato tutte le scelte. Ho avuto la fortuna anche di poter partecipare alle sedute dell’assemblea comunale del partito di maggioranza ed ogni volta sono rimasto basito di fronte alla mancanza di una qualunque forma di critica rispetto all’operato della Giunta. Evidentemente a tutti erano sufficienti le rassicurazioni e le giustificazioni date. Possibile che neanche quando si parla nelle chiuse stanze degli appartenenti ad un partito si dicano con schiettezza le cose come stanno?

Questo ho rimproverato alla persona firmandomi con nome e cognome. Ora vedo che ieri sono stato ripetutamente cercato per un chiarimento e che altri che mi conoscono sono stati raggiunti dalla richiesta di farmi ripensare a quello che ho detto. Io posso anche ripensarci, ovvero pensare alla stesa cosa, e credo arriverò allo stesso risultato.