Occuparsi

Concordo sul fatto che evidentemente è stato fatto poco per risolvere il conflitto di interessi, per mettere in evidenza i reati commessi, per dar corso alla legalità nel panorama televisivo, ecc.
Però ho la fortuna di vivere in una famiglia dove ci sono convinti sostenitori di B. (e di convinti avversatori di B.) e ti posso dire che TUTTI gli elettori di B. sanno del conflitto di interessi, sanno delle false accuse che la magistratura gli rivolge, sanno che la sinistra vorrebbe spegnere la TV di Emilio Fede. E tutto con tutto questo continuano a votare da quella parte. Il PD deve essere un partito che ambisce a prendere il 10% che prende Di Pietro o deve lavorare per riuscire a prendere il 50%+2 dei voti? Perché si può parlare tutti i giorni delle malefatte dei nostri avversari politici, e qualcuno lo fa, ma il consenso su questo non si conquista ed i sondaggi danno la destra sopra il 40%.
Sono convinto che la nostra politica non possa essere “dico solo il contrario di quello che dice B.” (fino al ridicolo comportamento di raccogliere le firme per cambiare la legge elettorale eppoi, siccome B. ti dice grazie per aver raccolto le firme, allora dici “io sono contrario a cambiare la legge elettorale”). Credo che il “gruppo” di cui fanno parte anche Marta Meo, Debora Serracchiani, Paola Concia, Beatrice Biagini, Giuseppe Civati, Ivan Scalfarotto, Luca Sofri, Francesco Costa, Oleg Curci, ecc. abbia le idee per cambiare questo stato di cose, di riconquistare con la politica il consenso delle persone (anche parlando di conflitto di interessi, ecc., ma fortunatamente non solo) ed ha bisogno di farsi sentire. Intanto impegnandosi perché i buoni candidati che in ciascuna circoscrizione elettorale ci sono e che, questa volta, possono essere scelti, riescano ad ottenere un buon risultato elettorale; poi per convincere coloro che sentono che il PD dovrebbe cambiare e che si arrabbiano fino a non votarlo perché non si riconoscono in alcune scelte ad iscriversi al PD in modo che il cambiamento possa avvenire dall’interno ed a cominciare il percorso per cambiarlo a partire dall’8 giugno.

Annunci